Ray Ban Jackie Ohh Ii

Alla prima domanda non è agevole rispondere. Nell’agosto 2008, accompagnando migliaia di visitatori alla mostra “Non muoio neanche se mi ammazzano” organizzata al Meeting di Rimini, misi assieme su suggerimento dei curatori una triplice risposta: Guareschi snobbato proprio perché troppo popolare, troppo monarchico e troppo cattolico. E le tre cose insieme sono difficili da digerire per il “sistema”.

CHI HA VOLUTO RACCOGLIERE UNA TARGHETTA PER COLLEZIONE, CHI PER CURIOSITA CHI PER RICORDO. ALL ESISTONO POOL DI ARCHEOLOGI CHE SI OCCUPANO DELLA RICERCA DEI CADUTI SUI CAMPI DI GUERRA DI TUTTO IL MONDO, MA L NON SE NE E DOTATA. LA FRANCIA, L LA SPAGNA, GLI STATI UNITI SONO TRA QUEI PAESI CHE DANNO MOLTO VALORE ALLA DEGNA SEPOLTURA DEI LORO FIGLI CADUTI PER OBBEDIRE ALLA PATRIA..

Albert Finney è nato a Salford, una cittadina di Lancashire, in Inghilterra. Diplomatosi alla Royal Academy of Dramatic Arts nel 1955, muove i primi passi della sua carriera in teatro recitando Shakespeare con una intensità tale che, seppur giovanissimo, riesce a sostituire Laurence Olivier nelle produzioni shakespeariane realizzate a Stratford upon Avon. Alla sua prima sostituzione nell’opera Coriolano, viene acclamato talmente dalla critica da conquistare la possibilità di recitare per il grande schermo.

Il poliziotto decide di indagare sulla morte dell’amico e scopre un mondo di violenza in realtà già presente negli anni della loro adolescenza ed ora esasperato. Potrebbe sembrare una storia già vista mille volte quella di Seung wan Ryoo ma l’astuzia sta nell’averla trasformata in un omaggio orientale a Tarantino il quale aveva omaggiato con Kill Bill proprio l’Oriente. Ecco allora che la violenza è totalmente coreografata grazie anche a un’attenzione cinofila al western all’italiana di cui si riprendono tutti i ‘luoghi’ narrativi consacrati.

Il ragazzo ha sei fratelli: Christian, Quinn, Shane, Dakota, Rory e Kieran, questi ultimi due, attori di discreto successo.Macaulay, muove i primi passi nel mondo dello spettacolo sin dalla più tenera età: dopo essere apparso in numerosi spot pubblicitari, compare in un cameo nell’horror La Notte di Halloween, per la regia di Jack Bender. Nel frattempo studia recitazione e frequenta la Balanchine’s School of the American Ballet. Nel 1989 è al fianco di John Candy nel divertente Io e lo Zio Buck.Il successo arriva un anno più tardi con l’acclamata family comedy Mamma Ho perso l’Aereo: grazie all’interpretazione del “piccolo terremoto” Kevin McCallister, il giovane diviene una delle star più amate ed ambite di Hollywood.

Lascia un commento