Ray Ban 2016

Joe per poi tentare la strada della regia (già provata con la direzione del film tv Everything That Rises nel 1998) con il drammatico Shame on You, realizzati nello stesso anno. Lo ritroviamo nel 2010 nel film fantascientifico Legion, in cui Dio spedisce una legione di angeli a scatenare l’Apocalisse sulla Terra, dopo aver perso la fiducia nel genere umano, in Pandorum L’universo parallelo e in I due presidenti (The Special Relationship) di Richard Loncraine in cui interpreta il ruolo dell’ex Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton. Dopo il remake Footloose (2011), lo ritroviamo l’anno successivo nella commedia Che cosa aspettarsi quando si aspetta e padre di Zac Efron in At Any Price di Ramin Bahrani, presentato in Concorso alla Mostra di Venezia.

Da veri capocomici hanno governato e condotto il carro verso il traguardo. Dal primo all’ultimo attore hanno tutti mostrato grandissima serietà e professionalità non mancando mai un appuntamento e partecipando fin dal principio alle riunioni teatrali intorno al tavolo, dove svolgevamo la lettura del copione. Successivamente ci siamo trasferiti in Egitto per le riprese e ciascuno di loro ha avuto lo spazio necessario per dimostrare le proprie qualità attoriali.

Under spending. How much does your financial services company spend on technology every year? Likely more than 25 percent of its budget. How much does your hospital spend on information technology? Likely under 4 percent. Torna al Piccolo di Milano nel 2000 con “I gemelli veneziani” di Ronconi e poi si fa regista cinematografico firmando Il segreto del giaguaro (2000), storia di un romano coatto sciupafemmine con il rapper Er Piotta, l’imitatore Dario Ballantini e due miti della recitazione come Lando Buzzanca e Ugo Conti. Il film non ha molto successo, e Fassari preferisce tornare a essere semplicemente un attore e a farsi dirigere dai grandi maestri del cinema italiano come Ettore Scola, magari affiancando vecchie amiche di set come Stefania Sandrelli in Gente di Roma (2003).Dopo molta televisione, mezzo che lo ha aiutato a stabilizzare maggiormente il suo nome e la sua fama, diventa praticamente una presenza fissa del piccolo schermo nella florida stagione del Duemila delle fiction e dei telefilm: i film tv Il bambino di Betlemme e Una vita in regalo, le miniserie Al di là delle frontiere (2004) di Maurizio Zaccaro e La stagione dei delitti (2004), Rocco (2004), Il mondo è meraviglioso (2005), Attacco allo stato (2006). Ma Fassari esplode anche per i più giovani nel ruolo dello zio Cesare nella miniserie tv I Cesaroni (2006), vero e proprio successo di Canale 5, dove ricalca un po’ lo stereotipo del romanaccio tutto abbacchio, vino e calcio.

Lascia un commento